Il Brigante Giuseppe Musolino

Brigante Musolino

Foto tratta dal libro: “Gerocarne, La pietra delle armi” – Xpress, 2008

 Requisitoria Musolino

 

Requisitoria Brigante Musolino

 

…… Altro fatto storico a Gerocarne e stata la presenza del brigante Giuseppe Musolino, che per un po' di giorni e stato il "Re" del bosco Morano dove trovasi la "Pietra d'Armi". Giuseppe, nato a Santo Stefano in Aspromonte il 24 settembre 1876. viene arrestato dopo una rissa per banali motivi: da un lato Giuseppe Musolino e Antonio Falastrò, dall'altro i fratelli Vincenzo e Stefano Zoccoli, oltre un loro compagno. Una rissa come tante, ma il giorno dopo, qualcuno spara a Vincenzo Zoccali, in una stalla (dove trovano il berretto del Musolino), Zoccali rimane ferito. I carabinieri arrestano il Falastrò ed un tale Nicola Travia. Dopo sei mesi Musolino viene arrestato e processato per tentato omicidio.

Determinante per il processo, le false testimonianze di Rocco Zoccali e Stefano Crea. Il Musolino viene condannato a 21 anni di carcere per tentato omicidio. Scappato dalla prigione, giunse a Gerocarne all'alba del 7 agosto del 1899. Poichè sapeva che Vincenzo Zoccali aveva trovato lavoro come carbonaio nel bosco denominato Morano, si apposto sulla strada che dal paese menava alla foresta. Nascosto dietro un cespuglio, per tutta la mattinata vide sfilare davanti al mirino del suo fucile parecchi carbonai. Verso mezzogiorno la sua attenzione si appuntò su un giovanotto che si tirava dietro due mule e che gli parve di riconoscere.

II brigante a prima vista non riusci a dare un nome. Poi mentre il giovane e suoi animali gli passavano davanti la sua mente diede un nome: Stefano Zoccali.

Quel ragazzo era il fratello del suo odiato nemico; allora usci dal nascondiglio, lo raggiunse e gli si paro davanti. "Stefano, Stefano Zoccali tu sei" disse con un tono di soddisfazione "Oh compare e voi qui state?" eplicò il giovanotto che sbianco in volto. "Si qui sto" fece Musolino. "Sono venuto per tuo fratello aggiunse". Il giovane stava per dire qualcosa. ma l'altro lo precedette e lo fulmino con un colpo di fucile e un altro colpo uccise il mulo.

La permanenza a Gerocarne di Giuseppe Musolino risulta fino al 16 agosto 1899, forse doveva sistemare altre cose.

Nell'archivio municipale di Gerocarne si conserva l’atto di morte, scritto dall'Ufficiale dello Stato Civile segretario Giuseppe Scalamogna. "Ad ore mezza pomeridiane del giorno 7 del mese di agosto dell’anno 1899 è morto Zoccali Stefano di Carmine e di Prioli Mariangela di anni 27 di condizioni valicale residente in Gerocarne nato a Santo Stefano provincia di Reggio Calabria celibe.

 

Testo tratto dal libro: “Gerocarne, La pietra delle armi” – Xpress, 2008

 


Approfondisci la storia del Brigante Musolino anche su: 

 

 

LA PIETRA

DELLE ARMI

LE ARMI

Del X Sec.

Torna a
"Itinerari
"

Comune di Gerocarne (Prov. VV)

Piazza Giovanni Paolo II, 3
P.IVA 00323360792

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.184 secondi
Powered by Asmenet Calabria